WORKSHOP ACI – FISCO, AMBIENTE, SICUREZZA E SALUTE

ING. GIUSEPPE RICCI – CHIEF REFINING E MARKETING OFFICER ENI e PRESIDENTE CONFINDUSTRIA ENERGIA

La mobilità sostenibile è un tema da affrontare con approccio sinergico dove tutte le tecnologie sono chiamate a dare il proprio contributo” ha spiegato Giuseppe Ricci, Chief Refining e Marketing Officer di Eni in occasione del Convegno promosso dall’ACI “Fiscalità dell’auto: Salute, Sicurezza e Ambiente”.

La transizione verso la mobilità sostenibile, ha affermato Ricci, implica il fatto di ricercare un mix di soluzioni che tengano conto di diversi aspetti come le emissioni di CO2, il traffico, la connettività, la sicurezza, il trasporto pubblico etc., promuovendo un approccio intermodale capace di creare sinergie tra i diversi sistemi locali di trasporto come i servizi pubblici, il car sharing e l’impiego di carburanti alternativi. Secondo Ricci, l’approccio pragmatico contribuisce all’adozione di un insieme di soluzioni efficaci già nell’immediato. Ricci osserva come già il ricambio veicolare, pubblico e privato, porterebbe ad una significativa riduzione delle emissioni inquinanti, grazie all’impiego di mezzi più efficienti ed evoluti sotto il profilo tecnologico e alimentati con carburanti a minor impatto carbonico.

L’impegno di Eni guarda al futuro di tutti creando spazio e sinergie a tutti i settori. Un primo risultato importante è stato raggiunto prevedendo la riconversione delle raffinerie tradizionali di Gela e Venezia in bioraffinerie per la produzione di biocarburanti innovativi che si pone inoltre come esempio virtuoso nel campo dell’economia circolare riutilizzando come materie prime anche prodotti di scarto e rifiuti.

Eni inoltre promuove l’impiego di gas naturale, compresso e liquefatto, nel trasporto veicolare leggero e pesante anche con importanti accordi e investimenti sull’infrastruttura.

Nell’ottica dell’intermodalità, Eni si è evoluta anche nella sua mission più vicina al consumatore, promuovendo forme di smart mobility con l’impiego di una flotta innovativa e eco-compatibile. Enjoy è già presente in 5 città e verrà a breve estesa ad altre in modo da assicurare una sempre più capillare presenza nelle aree metropolitane.

La mobilità sostenibile, ha concluso Ricci, è una sfida che deve essere affrontata in modo efficace ed efficiente, affinché gli obiettivi di decarbonizzazione siano traguardati anche in rispetto del principio di economicità e inclusività sociale. Una visione di sistema capace di creare sinergie a livello trasversale tra i principali player industriali (produttori di vettori energetici, automotive etc.) e con gli stakeholder (istituzioni, organizzazioni consumatori, ambientalisti) consentirà al nostro Paese di cogliere tutte le opportunità tecnologiche e valorizzare la filiera nazionale anche sui mercati internazionali.